a cura di Stefano Fontana
    • BENESSERE O BENE?

    Il bene comune anche in povertà

    • 29-07-2020

    Il bene comune è possibile in situazione di povertà diffusa? Sì, la visione del bene comune come benessere è sbagliata o priva di fondamento. Dire che il bene comune sia possibile anche in situazione di povertà risulta oggi scandaloso e inaccettabile.

    • DALLA Cirinnà ALLA ZAN

    Potere sovrano e leggi irrazionali

    • 24-07-2020

    Il potere staccato dall’autorità e fine a se stesso è privo di ragioni e, di conseguenza, irrazionale e assurdo. Per lo stesso motivo non è mai legittimato

    • IL CASO

    Lizzano, il dialogo del vescovo non è secondo dottrina

    • 21-07-2020

    L’intervento del vescovo di Taranto sui fatti di Lizzano, se applicato in tutte le sue conseguenze, impedirebbe di adoperare la Dottrina sociale della Chiesa. È una delle tante stranezze dell’episcopato italiano di oggi.

    • FARE CHIAREZZA

    Il numero 73 dell’Evangelium vitae: maneggiare con cura

    • 17-07-2020

    Il famoso paragrafo 73 dell’enciclica di Giovanni Paolo II Evangelium vitae (1995) è stato spesso strumentalizzato senza ritegno. La politica del “male minore”, illogica e moralmente insostenibile, è stata spesso fondata nientemeno che sull’insegnamento del magistero espresso in questo paragrafo, il quale invece dice tutto il contrario. Un fatto che i politici cattolici devono tenere a mente.

    • LA DIFFERENZA

    Le leggi ingiuste non sono norme imperfette. Ecco perché

    • 15-07-2020

    La cronaca politica di questi ultimi anni - dalla legge Cirinnà al Ddl Zan - è ricchissima di ragionamenti sulla teoria del male minore, che si accompagna a un’errata nuova teologia morale che oggi purtroppo va per la maggiore. Finendo per oscurare la verità sull’esistenza di azioni intrinsecamente cattive.

    • LA QUESTIONE

    Ruolo pubblico o presenza della Chiesa in pubblico?

    • 08-07-2020

    I Pontefici non hanno mai rinunciato a pretendere il ruolo pubblico della Chiesa e a difenderlo, evitando che la religione sia intesa come un fatto privato. Di conseguenza hanno anche sempre condannato un laicismo aggressivo che vuole negare questo ruolo alla Chiesa

    • CHIESA & POLITICA

    Quei laici in politica che tradirono la dottrina

    • 03-07-2020

    I laici cattolici impegnati nel sociale o in politica hanno talmente acquisito i contenuti dottrinali delle ideologie che dovrebbero invece combattere, ne hanno talmente condiviso i principi che hanno cessato completamente di combatterle e vi collaborano direttamente. Hanno tradito la Dottrina che avrebbero dovuto difendere. Un po' di storia. 

    • Libertà

    Guerra al contante, specchio del nuovo statalismo

    • 01-07-2020

    Il contante è anche elemento di libertà nella vita familiare, di prossimità, di amicizia, di solidarietà, di quotidianità… tutte forme di relazione economica che hanno bisogno di libertà, di minori controlli perché possano anche essere più efficienti.

    • Libertà

    Ddl omofobia, un appello

    • 27-06-2020

    Dichiarazione sulla legge Zan del Coordinamento Nazionale Justitia et Pax per la Dottrina sociale della Chiesa. Si tratta di un Coordinamento che raccoglie 33 Associazioni e Centri culturali d’Italia.

    • DUE VISIONI DIVERSE

    Il reddito universale, la Civiltà Cattolica e la DSC

    • 23-06-2020

    La Civiltà Cattolica dedica un lungo articolo, a firma del gesuita Gaël Giraud, sulla “retribuzione universale” in riferimento alla proposta fatta da papa Francesco. Vi si richiama la situazione delle terre comuni nel Medioevo, che però non è pertinente fino in fondo. E poi c’è la questione della proprietà privata, che la Civiltà Cattolica vede in modo opposto alla Dottrina sociale della Chiesa.

    • IL CASO

    Razzismo e “diritti” Lgbt, il paragone non tiene

    • 19-06-2020

    Google sostiene nei suoi articoli ufficiali che la lotta LGBTQ per i “nuovi diritti sessuali” è da paragonare alla lotta dei neri americani contro il razzismo. La stonatura del confronto risulta subito evidente. Il colore della pelle è naturale, i percorsi sessuali LGBTQ non sono naturali. Ciò che ci appartiene per natura ci deve essere riconosciuto, ciò che facciamo per scelta ci deve essere riconosciuto se è naturale oppure non riconosciuto – anche se in privato lo facciamo – perché è innaturale. Il paragone tra razzismo e LGBTQ non tiene per niente.

    • TEOLOGIA E DOTTRINA

    Oggi chi frena il potere? Il katéchon in pensione

    • 12-06-2020

    Nella prospettiva del katéchon la Chiesa era in prima linea nella lotta per il trattenimento del potere del mondo e la sua Dottrina sociale era un suo strumento. Sparito il concetto teologico di katéchon chi combatterà più contro questo potere?